Mar 15, 2009 - Senza categoria    12 Comments

La luna

Improvviso il momento, il tormento,
e si vuole di nuovo la luna
implorata in tante gioie mancate.

Pianeti distrutti e macerie infondate
risultato di amori, di lotte interiori,
fiori, apatie e neuroni impazziti.

Autunno di cuore incurante
la mente proibita s’accende.
Selene donata sogno di vita…

                                         — Sergio Moretti

La lunaultima modifica: 2009-03-15T15:09:00+00:00da oroserio
Reposta per primo quest’articolo

12 Commenti

  • Un incanto…

  • Ciao Sergio hai scritto una struggente poesia.
    Grazie per i complimenti per il premio, è stata veramente una sorpresa, perché sono appena tre mesi che ho aperto il blog.
    Ci sentiamo, ciao

  • senti la primavera, eh?
    La luna malefica esercita il suo fascino e i nostri ormoni ballano in un rock and roll scatenato. Ora vado a fare i piatti e il misterioso sguardo della luna si perderà…
    buonanotte

  • La poesia è molto bella.
    hai un approccio da esteta nelle parole! davvero molto bello

  • Grazie dei commenti, davvero dolcissimi. Sono il combustibile per i miei neuroni. All’inizio di questa mia interiore avventura, circa due anni fa, scrivevo per sfogo, quasi rabbia di non aver studiato; lo facevo per trovare una scusa al mio dovermi isolare. Eppure le mie cose non mi soddisfacevano. Sentivo di dover andare avanti, di migliorare. Sinché l’estate passata mi iscrissi al forum di scrittura, il W.D., iniziai a pubblicare piccoli racconti e presi a malomodo i commenti a me contrari. Lì capii il dovere che avevo verso di me, della mia vita, del tanto tempo purtroppo sprecato: dovevo sforzarmi, crearmi uno stile, affinare la tecnica. Così ho iniziato a ricevere i primi complimenti, ed anche le giuste critiche dai lettori, delle categorie più disparate, e comunque con molti anni di studio più di me sulle spalle.
    Comunque questa stagione a venire la sento davvero, sono nato in un Aprile maturo, e credo che la luna la possiamo ritrovare anche in un catino pieno di piatti da lavare. Ci possiamo specchiare in mondi nostri addentrandoci nelle bolle di sapone.
    Vi ringrazio ancora per i complimenti.

  • oddio, sergio, sui piatti ci vedo poca poesia…
    adesso intanto, vista l’ora, vado a preparare da mangiare: se fossi sola nn lo farei…
    ciao poetamaturo 🙂

  • Ciao Sergio carissimo,
    non ti conosco ma voglio immaginare che le poesie che scrivi rispecchino il tuo carattere, a mio parere molto sensibile, sognatore (la luna nel catino) un po’ pessimista ma determinato ad andare fino in fondo alle cose; molto romantico.
    Non so se sei giovane o “grande” (non mi piace dire vecchio) ma certamente sei un po’ deluso dalle situazioni del “mondo” che hanno perso il valore del romanticismo.
    Ehi, non sono una psicologa eh! Mi sto solo divertendo a fare il tuo profilo.
    Anche le risposte che mi hai lasciato sul blog, rispecchiano in parte queste mie opinioni.
    Sai, forse mi sono lasciata influenzare dal mio carattere anch’esso sognatore.
    Ciao fammi sapere. Buona domenica

  • beh… si, in effetti era proprio così…
    sei un poeta! molto bella questa poesia… però ora sono un po’ di fretta, tornerò presto a leggerti con calma
    piacere di conoscerti
    ciao ciao!!!

  • ciao amico sergio, ho appena letto alcune cose che tu hai scritto, io penso e ribadisco che farebbero bene a chiamarti scrittore, ti posso dire che le tue poesie sono piene di segnificato e tanta umilità. quello che tu racconti è un poco di te e un poco come vorresti cambiare le cose, ma sai questo è un mondo fatto di guerre dove non si conosce la parola ” pace”, ma solo diddatura da per tutto e un mondo fatto di illusioni, dove possiamo solo sognare.
    allora amico, rivolgiti a una casa editrice, e fai vedere ciò che scrivi, perchè sono cose molto belle e toccanti.
    per quello che vedo non c’è bisogno di essere chissà chi per scrivere, ma in ognuno di noi ha un talento chi per una cosa e chi per l’altra, tu hai talento per scrivere, e sei un grande scrittore dentro e fuori. complimenti e spero che tu possa raggiungere il tuo traguardo spirando più in alto possibile.
    a presto
    nicoletta

  • Un cuore adolescente in un corpo maturo. Ed è batticuore, follia, tormento. Ma c’è ancora un po’ di posto per i sogni. E per una luna che regala i suoi ultimi sguardi.

  • Caro Sergio non da molto ti conosco ma credo anch’io che ti si debba chiamare scrittore, quello che scrivi mi fa bene al cuore e all’anima, è bello essere sognatori.. e tu scrivi anche per me che non lo so fare ! Grazie di cuore !

  • Caro Sergio non da molto ti conosco ma credo anch’io che ti si debba chiamare scrittore, quello che scrivi mi fa bene al cuore e all’anima, è bello essere sognatori.. e tu scrivi anche per me che non lo so fare ! Grazie di cuore !

Lascia un commento