Archive from settembre, 2010
Set 2, 2010 - Senza categoria    2 Comments

8) modeste intuizioni, qualche emozione

Segue dal settimo post

8) modeste intuizioni, qualche emozione

Già, chi non ha mai avuto modeste intuizioni su questi stessi argomenti da me precedentemente trattati? Pochi dite? Tutti presi dalle “umane” incombenze?
Il lavoro? I soldi?
Bene.
Eppure “pensar bene” e solo pensarci prima.
Compito questo da noi demandato a coloro “deputati” ad amministrare il “Sistema” .
È una cosa inconcepibile vero che lo facciano?
Non è che non ci pensano, ma i pensieri fuggevoli non si fermano più di tanto a convincere un “se stesso” a dover far pesanti rinunce…
Ammaestrare a credere e a non pensare è cosa molto più redditizia oltreché semplice da attuare.
L’uomo ama fare passi indietro e, mi ripeto, confutare fatti reali, teorie validate, solo perché all’attualità risultano scomode.
Non sto generalizzando. La storia non è vero che non insegna. È lì a disposizione di chi seriamente la vuol prendere in considerazione.
È sotto gli occhi di tutti.
Eppure le dispute internazionali vengono ancora decise con la guerra, coercizione e violenza, che ritroviamo nelle politiche, nazionali, come in quelle locali.
La vita che “leggiamo” in questo periodo non ci soddisfa, è chiaro. Troppe prepotenze, abusi.
Dittatori di lunga data liberi di parlare di come la pensano
e liberi di fare prediche da medioevo.
Accumulo di ricchezze e beni incontrollata a scapito di precise parti della popolazione, che una intelligente economia della redistribuzione eviterebbe, e con questo anche i conflitti sociali.
Ma non si vuole.
Poi si parla di meritocrazia, ma neppure ciò è attuato.
Il potere arricchisce il potere, annulla la verità, finisce di uccidere il trascendente già accuratamente delegittimato.
Io mi emoziono ancora: le emozioni a noi restano, anche se convogliate, restano… inoltre siamo in prima linea.
Ci scontriamo ogni giorno con le inumanità di impresa, di cui le banche detengono il primato…

Continua…